Da un salotto milanese con vista sul mare, Bonsoir Bidon si addentra tra i castelli del Belgio per seguire la prima tappa di un Tour de France che promette di non rispettare nessun pronostico. Si comincia così con una maglia gialla inattesa e con altre classifiche ugualmente poco scontate. Il rischio è sempre un po' di spararla grossa, ma diciamo pure che è l'ironia belga.