Sangre y arena

  • Di:
      >>  
     

    Scalatore da bancone, pistard da divano. Ama il rumore, i bratwurst, dormire e leggere seduto sul water. Ha visto il volto di Dio in tre occasioni: una volta era Joey Baron, le altre due Laurent Jalabert.

"Que no quiero verla!" gridava Federico Garcia Lorca nel suo 'pianto' per la morte di Ignacio Sánchez Mejías, il torero poeta, trafitto a morte da Granadino sulla plaza de toros di Manzanares l'11 agosto del 1934. Il sangue del torero impastato con la sabbia, sangre y arena, l'essenza stessa del dolore, della passione che fa sanguinare.

Il sangue dei ciclisti sull'asfalto non si impasta. Jim Fryer, fotografo californiano inviato alla Vuelta, talvolta se lo ritrova davanti, non può scegliere se vederlo o no. Jim è un uomo che ha scelto di incanalare attraverso l'obiettivo tutta la sua sensibilità: attende i corridori al traguardo, nel momento in cui la loro giornata cambia, quando scendono di sella bolliti dal sole e dalla stanchezza, in quella che lui stesso definisce una bolla surreale.

Al traguardo di Luintra, sesta tappa della Vuelta, ha visto arrivare un uomo tutto rosso. Un tutt'uno con la maglia fiammante della Lotto-Soudal: su braccia e gambe, rivoli di sangue. A las cinco de la tarde di un caldo pomeriggio spagnolo, Bart De Clercq pedalava con il gruppo di testa, è caduto, e ha fatto la cosa più naturale per un ciclista: si è rialzato immediatamente ed è ripartito; poi è arrivato, meno di un minuto dopo il vincitore di giornata Simon Yates. Jim Fryer ha scelto il modo più naturale per condividerne il dolore: lo ha fotografato. Ha trascorso con lui gli undici, lunghi minuti di attesa del medico di gara e li ha trasformati in immagine. Las heridas quemaban como soles.

In corsa, i ciclisti stanno nel mezzo tra uomini e animali: sbuffano come tori ma hanno il sangue dei toreri, pur senza avversari da uccidere. Di loro si narrano le vittorie e le sconfitte, le fatiche e qualche volta persino il sangue, perchè il suo pulsare ci ricorda che il motore non sta nelle gambe, ma nel cuore. Y su sangre ya viene cantando.

 

 

 

Categoria: