Naturalmente portato

Uno dei motivi per ripartire dopo questa Roubaix è un ragazzo che guarda al futuro. E a dispetto dell'età sembra avere un futuro già dietro l'angolo.

Categoria: 

La gamba sinistra di Phinney

La gamba sinistra di Taylor Phinney, tenuta insieme da una placca in titanio, è molte cose, e racconta di un corridore innamorato del suo sport.

Categoria: 

[Paris - Roubaix 2018] La migliore offerta

Prima di ricevere la più triste delle notizie riguardo a Michael Goolaerts, questo era stato il nostro racconto della Roubaix. Ci piacerebbe sempre e solo parlare di corse in bicicletta, invece dovremo raccontare storie e ricordi diversi.

Categoria: 

[Ronde van Vlaanderen 2018] Un gran bell'accontentarsi

Il Fiandre di Niki Terpstra è una storia di dettagli. Un piano ben riuscito a partire dal punto giusto in cui mettersi in azione. Come un romanzo giallo.

Categoria: 

[Gent - Wevelgem 2018] Una scelta uguale e contraria

La Gent-Wevelgem 2018 è la volata potente di Sagan, ma anche le lacrime di Elia Viviani, secondo eppure inconsolabile.

Categoria: 

1961 - L'anno in cui vinse il fantasma di Coppi

Marco Ballestracci ci presenta, solo per Bidon, il suo nuovo libro, appena pubblicato per Ediciclo Editore: 1961 - L'anno in cui vinse il fantasma di Coppi.

Categoria: 

#MiaB - Una Sanremo come regalo

"Message in a Bidon" è la rubrica dedicata ai contributi che arrivano direttamente dai nostri lettori sulle strade del ciclismo. Il racconto della Sanremo di Nibali arriva da Stefano Fregonese e da suo figlio Tito, 5 anni.

Categoria: 

[Milano - Sanremo 2018] Sanremo è un'invenzione

La Sanremo di Vincenzo Nibali è una magnifica invenzione, preparata con attenzione certosina e finalizzata con un guizzo in grado di rendere reale ciò che alla vigilia

Categoria: 

[Strade Bianche 2018] In mezzo al campo

La Strade Bianche di quest'anno è sembrata una corsa d'altri tempi, ma per fortuna è stata una giornata assolutamente dei giorni nostri. Con tre protagonisti e duemila storie da raccontare.

Categoria: 

Qualcuno per cui correre: Matteo Fabbro

L'ultimo giovane che conosciamo per la stagione 2018 è un neoprofessionista friulano con un fisico minuto ma dei sogni grandissimi. E la giusta passione per poterli realizzare.

Categoria: 

Pagine