[TdF 2020] Chutes multiples

Il mattino ha l’oro in bocca, ma – nel caso di un grande giro – anche i referti ortopedici. Dopo la tappa di ieri, le visite presso il centro medico mobile sono state così tante che il referto della giuria ha evitato il lungo elenco, riportando laconicamente «Chutes multiples».

Categoria: 

Portavoce degli umani

Al Tour of Britain Matteo Trentin ha provato a resistere a Mathieu van der Poel fino a 150 metri dal traguardo. Poi si è arreso e ha allargato le braccia: più di così proprio non si può fare. 

Categoria: 

Una follia

La diciassettesima tappa della Vuelta è un inseguimento nel vento in grado di far saltare tutti i programmi, ma non le speranze di Primož Roglič. Un pomeriggio a 50 all'ora che premia un vecchio marinaio, capace di navigare burrasche e follie.

Categoria: 

[Paris - Roubaix 2019] L'orizzonte degli eventi

La Parigi-Roubaix è un progressivo avvicinamento a qualcosa di inesorabile, un precipitarsi affannoso verso una pista dove il tempo si ferma e tutto prima o poi viene inghiottito. Un buco nero, da cui si emerge in una dimensione differente.

Categoria: 

Basta solo accettare tutto

La Parigi-Roubaix è una corsa in cui bisogna accettare tutto”, come dice Marc Madiot. I corridori si limitano a consegnarsi a quel giudice arbitrario che è il pavé per poi aspettarne la sentenza. E Zdeněk Štybar lo sa.

Categoria: 

[Gent - Wevelgem 2018] Una scelta uguale e contraria

La Gent-Wevelgem 2018 è la volata potente di Sagan, ma anche le lacrime di Elia Viviani, secondo eppure inconsolabile.

Categoria: 

Un sogno che mantiene giovani

La stagione 2018 per Philippe Gilbert sarà un sogno folle ma non impossibile: vincere Sanremo e Roubaix per completare la sua dichiarazione d'amore al ciclismo e alla sua storia.

Categoria: 

[Tutti i colori del gruppo] Quick-Step (12)

Sette entrate e nove uscite per la Quick-Step, che sembra essersi indebolita, ma ha fondamenta talmente solide da potersi proiettare nel blu, nel più profondo dei blu.

Far quadrare i conti

La quarta Amstel Gold Race di Philippe Gilbert, professione ciclista. Proprio come il soprannome di una bevanda leggera e creativa, che dal 1922 disseta gli avventori dei biergarten.

Categoria: 

#MiaB - Le pietre del Kwaremont

Con quest'articolo inauguriamo la nuova rubrica "Message in a Bidon", una raccolta di contributi che arrivano direttamente dai nostri lettori, storie che galleggiano sulle strade del ciclismo, e che la corrente ha voluto spingere fino a noi. 

 

Categoria: 

Pagine