Ancora in cammino - Intervista a Jacopo Guarnieri

Quando ho telefonato a Jacopo Guarnieri, nel pomeriggio di mercoledì 13 ottobre, mi trovavo nella panetteria di Húsavík, Islanda, la cittadina in cui trascorro buona parte dell'anno.

Categoria: 

La versione di Pogi

Domenica mattina, scorrendo un po’ di commenti post-Lombardia, mi sono soffermato su un tweet in particolare.

Categoria: 

[Lombardia 2021] Una pagina da girare

Di foglie morte nemmeno l’ombra. Nel diciassettesimo giorno dell'autunno 2021 il cielo è azzurrissimo, il sole caldo e la natura non ha ancora rinunciato al verde, tonalità standard delle valli che separano Como da Bergamo.

Categoria: 

[Roubaix 2021] Florian Vermeersch: Con i miei tempi

Ieri sera il palazzetto dello sport di Lochristi, una manciata di chilometri a nordest di Gent, era stracolmo. Tutta la cittadinanza era stata invitata all’evento, e a ciascun presente era stato consegnato all’ingresso un ticket per un drink gratuito.

Categoria: 

[Roubaix 2021] La Roubaix fa rumore

Ogni gara ciclistica ha il suo suono, uguale alla sorgente ma differente a seconda del riverbero ambientale.

Categoria: 

[Roubaix 2021] Al primo appuntamento

Assistere alla nascita di una nuova corsa è un momento unico, figurarsi quando ciò che sta nascendo è già un monumento. È la Storia che si fa reale, palpabile nell'istante.

Categoria: 

[Mondiali 2021] Non era previsto

A 182 chilometri dal traguardo del mondiale di Leuven, il gruppo di testa è tirato da Jambaljamts Sainbayar, unico rappresentante della nazionale mongola. Davanti a tutti ci sono otto corridori per altrettante nazionali di tre diversi continenti.

Categoria: 

[Mondiali 2021] Due facce

Un campionato del mondo ha tante facce quanti sono i colori rappresentati dall'affollato parcheggio delle squadre. Un luogo dove convivono storie diverse, ma unite nello stesso mondo. Come Filippo Baroncini e Binian Girmay.

Categoria: 

[Vuelta 2021] Un gran bel gioco di prestigio

Largo sulla destra della carreggiata, Roglič controlla la situazione senza affanno. Oddio, un minimo di affanno in realtà traspare dal suo aspetto: la bocca aperta, il capo ondeggiante, il passo non esattamente forsennato.

Categoria: 

Un nuovo capitolo

Quelle che iniziano domani pomeriggio a Burgos saranno le ultime tre settimane di Fabio Aru da ciclista.

Categoria: 

Pagine