[Imola 2020] Interpretazione libera

Svelato nel giorno in cui Alaphilippe ha perso la maglia gialla, il percorso di Imola si è presentato da subito ai suoi occhi come un grande foglio da riempire. E mentre qualche funzionario in Romagna faceva i calcoli sulla quantità di bitume necessaria per riasfaltare le strade di Gallisterna, Alaphilippe ha cominciato a immaginare il proprio contributo da immortalarvi.

Categoria: 

[Imola 2020] Beastmode

Nello slang statunitense esiste un termine che indica la capacità di compiere diverse attività senza perdere energie e concentrazione, come farebbe un animale concentrato sulla preda: beastmode. Come vincere un Giro e due titoli mondiali nella stessa settimana, come Anna van der Breggen nel 2020.

Categoria: 

[Imola 2020] Nello stesso posto

Il destino in genere segue percorsi strani, eppure a volte si incammina su strade ben segnate, quasi abituali. Oggi Davide Cassani ha conquistato il suo primo mondiale da commissario tecnico nello stesso posto in cui decise di diventare un corridore, più di 50 anni dopo.

Categoria: 

[Imola 2020] Farfalle e arcobaleni

Non tutte le stagioni possono essere farfalle e arcobaleni. Tranne per Anna van der Breggen, che cinque giorni dopo aver conquistato il Giro Rosa si mette addosso l'unica maglia iridata che le mancava e al collo la sua undicesima medaglia mondiale.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Il sole sorge sempre

Ad Harrogate Matteo Trentin non ha sbagliato nulla, eppure ha perso. Mads Pedersen è stato più forte: e il nuovo campione del mondo, e Trentin è pietrificato.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Sapore diverso

Dopo tante vittorie importanti sfumate all'ultimo, in Yorkshire Annemiek van Vleuten è andata a prendersi la maglia dei suoi sogni partendo da sola a 105 chilometri dall'arrivo. E il risultato ha un sapore dolcissimo.

Categoria: 

[Yorkshire2019] La prima delusione della vita

A 77 chilometri dal traguardo della corsa in linea juniores Germán Darío Gómez Becerra ha forato e non ha trovato nessuno a cambiargli la ruota. Al che si è seduto ed è scoppiato a piangere, ma poi è ripartito ed è arrivato in fondo.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Primatista mondiale

Alla crono iridata Christopher Sysmonds è arrivato con 28 minuti e 15 secondi di ritardo da Rohan Dennis. Ma dietro al suo ultimo posto ci sono almeno quattro primati.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Still here

Mentre si dipinge un grugno sul volto di Evenepoel, l'uomo che esulta è lo stesso di un anno fa, lo stesso dei misteri di settanta giorni fa. Rohan Dennis non se ne è mai andato, è ancora qui.

Categoria: 

Portavoce degli umani

Al Tour of Britain Matteo Trentin ha provato a resistere a Mathieu van der Poel fino a 150 metri dal traguardo. Poi si è arreso e ha allargato le braccia: più di così proprio non si può fare. 

Categoria: 

Pagine