[TdF2021] Per meglio dire una carrozza

Dopo nove tappe aliene, la prima giornata del Tour de France 2021 incardinata sui binari della normalità comincia, secondo una delle più consolidate tradizioni di certe frazioni della Grande Boucle, con due uomini all’attacco.

Categoria: 

Fuori discussione

Nic Dlamini è arrivato alle sette di sera al traguardo di Tignes. Fuori tempo massimo, fradicio, congelato, ma comunque arrivato.

Categoria: 

[TdF2021] Mai burlarsi di un drago vivo

L’app preferita di Ben O’Connor è Google Maps. Trascorre ore e ore, prima di ogni tappa, nel tentativo di non farsi trovare impreparato da una salita non segnalata, da una curva insidiosa. Conosce a menadito le altimetrie e i profili degli arrivi.

Categoria: 

[TdF2021] Una sintesi di tutto quanto

In cima al Col de la Colombière i tifosi battono le mani sui cartelloni pubblicitari, colpi ritmati che il cartonato dello sponsor della maglia a pois amplifica a dismisura, coprendo del tutto le voci che intanto, nella radiolina, informano Dylan Teuns del suo vantaggio residuo.

Categoria: 

[TdF2021] Échappée royale

Prendete un vincitore di Tour, Giro e Vuelta, dieci vincitori di tappe al Tour (compreso uno che ne ha vinte trentadue), sei vincitori di classiche monumento (compreso uno che ne ha vinte quattro su cinque), campioni del mondo assortiti (ciclocross, mountain bike, strada), la maglia gialla, la ma

Categoria: 

[TdF2021] Prova a prenderli

Quando il peloton è transitato per Montrichard, a 110 chilometri dall’arrivo della sesta tappa, davanti a tutti, a tenere la fuga a portata di ricongiungimento, c’era Tim Declercq.

Categoria: 

[TdF2021] Le facce degli altri

Dal momento che concentrandosi sul suo volto liscio, disteso, ermetico allo stress e alla fatica si rischierebbe di attribuire un certo qual connotato di ordinarietà alle sue prestazioni, a certi numeri che compie come fossero la cosa più normale al mondo, per comprendere un po’ meglio la portata

Categoria: 

[TdF2021] Torneremo ancora

Gli sceneggiatori di questo Tour de France, chiunque essi siano, non devono tenere in altissima considerazione l’equilibrio cardiaco e nervoso di chi lo segue.

Categoria: 

[TdF2021] Un paio di fissazioni

L’attuale maglia a pois del Tour de France si chiama Schelling, come il filosofo. Come il filosofo, è un idealista. A differenza del filosofo, non è nato in Germania ma all’Aia, nei Paesi Bassi.

Categoria: 

[TdF2021] Chiudere i cerchi

Uno dei punti di forza del ciclismo risiede senza dubbio nella facilità e nella frequenza con cui le storie che imbastisce arrivano a far vibrare certe corde private, a bussare a porte che per necessità o per timore teniamo sigillate e che nel mezzo di un pomeriggio d’estate come tanti vengono ab

Categoria: 

Pagine