[TdF 2020] Sottovoce

Lunga la lista degli intoppi in grado di compromettere una corsa a ostacoli come il Tour de France: una caduta rovinosa, una manovra azzardata in volata, una giornataccia in montagna che conduce dritta dritta oltre il tempo massimo, persino un accesso d’ira nei confronti di un avversario (o di un

Categoria: 

Giallo di Buja – Portare a casa la pellaccia

Abbiamo chiesto ad Alessandro De Marchi di guidarci nella "bolla" del Tour de France 2020, facendoci sapere di tanto tanto quel che accade intorno a lui.

Categoria: 

[TdF 2020] Carapaz risolve problemi

Una decina di metri oltre l’arrivo di La-Roche-sur-Foron Michał Kwiatkowski guarda un’altra volta Richard Carapaz e tende il braccio destro verso di lui.

Categoria: 

[TdF 2020] Merci Jens

Sul Col de la Madeleine, Jens Debusschere si trovava tranquillo nel gruppetto della maglia verde, ma quando Bryan Coquard, il suo capitano con un ginocchio dolorante, ha perso contatto dagli altri velocisti, si è lasciato sfilare anche lui.

Categoria: 

Giallo di Buja – Gli occhi di traverso

Abbiamo chiesto ad Alessandro De Marchi di guidarci nella "bolla" del Tour de France 2020, facendoci sapere di tanto tanto quel che accade intorno a lui.

Categoria: 

[TdF 2020] La dura legge del Loze

Nella graduatoria delle categorie più inclini alla speranza, alle spalle forse solo di bambini e innamorati, gli appassionati di ciclismo occupano da sempre una posizione di tutto rispetto.

Categoria: 

Giallo di Buja – I conti con la strada

Abbiamo chiesto ad Alessandro De Marchi di guidarci nella "bolla" del Tour de France 2020, facendoci sapere di tanto tanto quel che accade intorno a lui.

Categoria: 

[TdF 2020] Una forma di gioco

Più che come desiderio supremo di distruggere il nemico, la volontà di potenza va intesa come pulsione positiva che spinge a migliorare se stessi, scrive Guillaume Martin.

Categoria: 

Giallo di Buja – Un paio di belle notizie

Abbiamo chiesto ad Alessandro De Marchi di guidarci nella "bolla" del Tour de France 2020, facendoci sapere di tanto tanto quel che accade intorno a lui.

Categoria: 

[TdF 2020] Il mistico della bicicletta

Era il Giro d’Italia del 2017, tappa di Canazei. Pierre Rolland aveva appena vinto, tuttavia non nascose ai microfoni un certo rammarico. Dichiarò, in tutta sincerità, che avrebbe preferito essere stato in grado di attaccare il giorno prima, sullo Stelvio.

Categoria: 

Pagine